Un vaso di felicità

PER LA FELICITA’ NON CI SONO REGOLE. CIO’ CHE VA NEL VASO E’ SEMPLICEMNTE LA PARTE MIGLIORE DI OGNI TUA GIORNATA.

homemade-happiness-jar-e1446804703848

Elisabeth Gilbert è l’autrice di “Mangia, prega, ama”. Qualche tempo fa pubblicò sulla sua pagina facebook un post nel quale mostrò il suo vaso della felicità.

“Circa un anno fa, quando ho lanciato la mia pagina Facebook, ho postato una foto del mio Vaso della Felicità. Il Vaso della Felicità è un progetto che ho iniziato nella mia vita molti anni fa ed è rimasta una pratica che ho cercato di mantenere con regolarità da allora. Nella sua essenza, il Vaso della Felicità è un’idea semplicissima e quasi assurda – ogni singolo giorno, a fine giornata, prendo un pezzo di carta, l’angolo di una bolletta telefonica o il pezzo di una vecchia lista della spesa, e ci scrivo il momento più felice di quel giorno. Ci metto la data. E poi piego la nota e la inserisco nel vaso. E questo è tutto quello che faccio. Ci vogliono circa 35 secondi per farlo, ma quello che mi porta questo esercizio è enorme – non solo il piacere di trovare un buon momento ogni giorno, anche i giorni orribili hanno un momento meno brutto degli altri), ma dà molti benefici ricordare quel momento per sempre. Col passare degli anni, ogni volta che vivo un periodo difficile, pesco nel barattolo e tiro fuori un foglietto di carta a caso, e rivivo la gioia di quell’istante – tutte quelle istantanee gemme di vita, che avrei dimenticato se non le avessi annotate, mi portano infinito conforto. Mi sorprendo sempre di come, di solito, il mio momento più felice della giornata sia anche quello più semplice. Quasi mai è un momento di successo esplosivo o un eccesso delirante. Nonostante tutti i miei sforzi e le mie ambizioni e tutta la mia ricerca di esperienze straordinarie, è importante riconoscere che i miei momenti più felici sono generalmente molto comuni e silenziosi e a volte anche insignificanti. In realtà, il mio momento più felice ogni giorno, di solito, è solo un colpo d’occhio a qualcosa di dolce e piccolo, il fluire  inaspettato di un’emozione, un po’ di sole sul mio viso, un piacevole incontro sul marciapiede, un fresco bicchiere d’acqua proprio al momento giusto, la mia gioia felina dopo un pisolino, la vista fugace appena con la coda dell’occhio di un uccello, il riconoscimento di qualche piccola e bellissima cosa”.

Sarebbe davvero bello individuare in ogni giornata la cosa più bella. Ancor più bello avere la possibilità di rileggierla, forse, o lasciarla per sempre in un vaso, sicuri però del fatto che tanti momenti belli delle nostre giornate, magari non così rilevanti da essere ricordati, non saranno invece mai dimenticati.

Il Vaso della Felicità può essere l’occasione per trovare il bello in ogni giorno, un esercizio quotidiano che aiuta a scorgere il bello della nostra vita. In ogni giorno, nelle vite di ognuno di noi, c’è del bello ma non di rado siamo stati portati a cercare l’errore,  il difetto, a criticare e giudicare e difficilmente puntiamo l’attenzione al bello che accade, che spesso giudichiamo come dovuto.

Le incertezze circa la nostra felicità sono sempre tante, a parlare di felicità a volte si ha paura.

Ciò che dobbiamo imparare è che per la felicità non ci sono regole. Non ci sono idee. La felicità è di ciascuno di noi e possiamo farci ciò che vogliamo. 

Ciò che va nel vaso è semplicemente la parte migliore di ogni tua giornata.

3 pensieri su “Un vaso di felicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...