Maria Montessori: “Il tavolo della pace”. Uno strumento per ritrovare calma e serenità

“Dove c’è ordine, lì c’è pace” Maria Montessori non ha mai parlato di educazione emotiva o intelligenza emotiva come concetti a sé stanti. Secondo la Montessori, infatti, le emozioni vanno di pari passo con la socializzazione. Quando un bambino esplode in un attacco di rabbia, ciò che sente di più è il fatto che l’ambienteContinua a leggere “Maria Montessori: “Il tavolo della pace”. Uno strumento per ritrovare calma e serenità”

Giocando si impara

“Per insegnare bisogna emozionare. Molti però pensano ancora che se ti diverti non impari”. M. Montessori Le tecniche di insegnamento tradizionali, che seguono quella che potremmo definire come la metafora della trasmissione di sapere, spesso portano gli alunni ad identificare il momento dello studio con i concetti di fatica e sacrificio. La mente viene quiContinua a leggere “Giocando si impara”

10 principi educativi montessoriani

“Se v’è per l’umanità una speranza di salvezza e di aiuto, questo aiuto non potrà venire che dal bambino, perchè in lui si costruisce l’uomo” M. Montessori Se un bambino non ti invita a farlo non toccarlo Non parlare mai male del bambino (mai) Rafforzare e aiutare lo sviluppo di ciò che è positivo EssereContinua a leggere “10 principi educativi montessoriani”

Montessori: ordini e gradi nella presentazione del materiale

“Un bambino che dimostra il desiderio di lavorare e di imparare deve essere lasciato libero di farlo”. M. Montessori Nell’applicazione pratica del metodo occorre conoscere le serie di esercizi che devono essere presentati al bambino in successione, a sua volta ogni esercizio presenta una progressione. Nella “Casa dei Bambini” si iniziano a mostrare agli stessiContinua a leggere “Montessori: ordini e gradi nella presentazione del materiale”

Montessori: la ripetizione dell’esercizio

“Per gli adulti la ripetizione può sembrare inutile, noiosa, poco gratificante ma per il bambino essa è la strada maestra per apprendere”. M. MONTESSORI La libera scelta del materiale è accompagnata da un ennesima peculiarità del metodo della pedagogista: la ripetizione dell’esercizio. “Fui sorpresa di vedere una bambina così piccola ripetere più e più volteContinua a leggere “Montessori: la ripetizione dell’esercizio”

Il materiale montessoriano: la libera scelta

“Dall’eliminazione di confusione e superfluità nascono l’interesse e la concentrazione. Il piccolo può così gustare il piacere di fare le cose, seguendo unicamente l’ispirazione del cuore”. In uno dei suoi testi la Montessori narra che un giorno la maestra arrivò a scuola un po’ in ritardo ed avendo dimenticato di chiudere la credenza trovò iContinua a leggere “Il materiale montessoriano: la libera scelta”

La maestra nuova. Il profilo della maestra montessoriana

“E’ piu’ semplice comandare e ammonire ma occorre invece molta penetrazione e molto amore” “La sicurezza che vi sono stimoli capaci di risvegliare nel bambino delle attività spirituali, forma la base del nostro sistema educativo. La loro maggiore o minore efficacia dipende dalla maestra e dal suo modo di presentare il materiale didattico. Se essaContinua a leggere “La maestra nuova. Il profilo della maestra montessoriana”

Il materiale montessoriano: il controllo dell’errore

“E’ necessario ammettere che tutti possiamo sbagliare; è una realtà della vita, cosicché l’ammetterlo è un gran passo verso il progresso. Se dobbiamo percorrere il sentiero della verità e della realtà, dobbiamo ammettere che possiamo tutti sbagliare, altrimenti saremmo tutti perfetti. Così meglio sarà avere verso l’errore un atteggiamento amichevole e considerarlo come un compagnoContinua a leggere “Il materiale montessoriano: il controllo dell’errore”

Maria Montessori: la mente assorbente, i periodi sensitivi e la normalizzazione

“Se il bambino non ha potuto agire secondo le direttive del suo periodo sensitivo, è perduta l’occasione di una conquista naturale: ed è perduta per sempre”. M. Montessori La Montessori ha distinto quattro diversi periodi o livelli nello sviluppo umano che si estendono dalla nascita ai 6 anni, dai 6 ai 12 anni, dai 12Continua a leggere “Maria Montessori: la mente assorbente, i periodi sensitivi e la normalizzazione”

Maria Montessori: il bambino come embrione spirituale

“il bambino è creatore di se stesso, depositario di una propria irripetibile originalità che si andrà costruendo e definendo nel suo rapporto con l’ambiente”. m. MONTESSORI La Montessori definisce il bambino nel periodo postnatale come un embrione spirituale volendo sottolineare l’analogia tra lo sviluppo biologico e lo sviluppo psichico di quest’ultimo. Il bambino è unContinua a leggere “Maria Montessori: il bambino come embrione spirituale”